Altritaliani
Home > ARCHIVIO > I precedenti mensili > Archivio - EccessO di velocità > Archivio - EccessO di velocità

Archivio - EccessO di velocità

Un clic che uccide, che puo’ stabilire la fine di una banca, la chiusura del sipario su una intera generazione. Una società fuori controllo che brucia ad una velocità vertiginosa (economia, cultura, arte, idee e forse speranze), un tempo che consuma. E’ questo il mondo, una gran parte del mondo, sicuramente l’Occidente, e dentro di esso l’Italia, e l’Europa, al tempo della non riflessione. Un eccesso di velocità che ci lascia fermi innanzi al futuro, pur non lasciandoci il tempo di sentire il presente, e che non ci da il tempo di guardare indietro verso il passato, un passato che ci sfugge. E’ forse il tempo di rallentare la velocità, di chiedersi se è veramente necessario correre, o piuttosto interrogarsi sul "dove" andare. Un volume infinito d’informazioni e messaggi che ci arrivano in ogni istante ed un’incapacità sempre maggiore di fermarsi a pensare, a ragionare, ad ascoltare. Con profondità, e lentezza. "A volte bisogna tacere per ascoltare la musica nel rumore della pioggia che cade" (Theo Anghelopoulos).

Articoli di questa rubrica


EccessO di velocità

Velocità e lentezza, un binòmio. Come imparare a rispettare i tempi propri e altrui? (Archivio - EccessO di velocità)

sabato 9 luglio 2016 di Felicia Tafuri
Puff Puff... anf... whew... [1] Da sempre c’è la tendenza ad assegnare alla velocità una posizione dominante rispetto alla lentezza eppure, fiabe popolari e leggende sin dalla antichità hanno inneggiato alle virtù della riflessione. Oltre ad arrivare al traguardo esiste un percorso da fare che (...)


Slow Education: des rythmes adaptés aux enfants. (Archivio - EccessO di velocità)

Traduction de l’italien par Charlotte Leclerc
giovedì 14 febbraio 2013 di Simonetta Musetti

Les mouvements slow ont la cote en Italie. Sur le même principe que “Slow Food”, “Slow City”... , “Slow School” est un réseau de parents et enseignants qui demandent une école plus lente pour leurs fils et leurs filles, une éducation pédagogique “slow”, non violente, qui respecte les rythmes et les droits des enfants. Il n’est bien sûr pas question pour les tenants de l’éducation lente de ralentir les enfants, mais bien de trouver les rythmes adaptés à chacun. Réflexions d’une institutrice italienne de la Spezia sur le sujet.



Il Mensile

Scuola creativa: le ricchezze della semplicità (Archivio - EccessO di velocità)

mercoledì 2 gennaio 2013 di Alberto Rabitti
Poche settimane fa, assieme all’amica Beatrice, ho avuto la fortuna di conoscere una donna molto appassionata, dagli occhi ricchi di curiosità. Il suo nome è Anna Maria Holme. Vive in Danimarca ma viaggia per lavoro tra i musei di Brasile, Giappone ed Europa. Infatti Anna Marie è artista (...)


Mensile Eccesso di velocità

Per una scuola lenta, rispettosa dei tempi e diritti dei bambini (Archivio - EccessO di velocità)

giovedì 6 dicembre 2012 di Simonetta Musetti

Come nel caso di "Slow food" è nata "Slow school", una rete di genitori e insegnanti che chiedono per i loro figli e le loro figlie una "scuola più lenta", una educazione e pedagogia "slow" e non violenta che rispetti i tempi dei bambini. Riflessioni di un’insegnante dell’infanzia sull’argomento.



Il mensile Eccesso di velocità. Letteratura contemporanea.

Veloce-lento in certi romanzi italiani di oggi. (Archivio - EccessO di velocità)

domenica 25 novembre 2012 di Giovanni Solinas

Veloce-lento una formula nei romanzi italiani di oggi. Tale formula la ritroviamo nei romanzi di Paolo Volponi ed Antonio Porta, che, rispettivamente ne “Il pianeta irritabile” e “Il re del magazzino”, raccontano di un mondo post-catastrofe, in cui l’uomo è scomparso o finirà per scomparire, oppure ritroviamo una dialettica fra velocità e lentezza ulteriormente complicata in “Nina dei Lupi”, di Alessandro Bertante e nei romanzi “Sirene”, di Laura Pugno e “Bambini bonsai” di Paolo Zanotti. Dicotomia fra velocità e lentezza che non è appagata nemmeno nei romanzi più moderni ma la cui lettura, nelle fredde giornate d’inverno, potrà certamente appagarci.



Il mensile Eccesso di velocità

Il Futurismo di Marinetti e i marinetti del futuro: “A velocità moderata” (Archivio - EccessO di velocità)

venerdì 23 novembre 2012 di Rosa Chiara Vitolo

Parlare di velocità nel secolo dell’i-tech, dell’i-pod, dell’i-touch e dell’i-phone potrebbe risultare una scelta coraggiosa ma poco informativa. Se invece si gira la medaglia e se ne interpreta l’altro lato, l’operazione potrebbe rivelarsi molto informativa.



Il Mensile: Eccesso di velocità / Elogio della lentezza

Con Pablo Lentini Riva il tempo dell’ascolto e della musica. (Archivio - EccessO di velocità)

mercoledì 21 novembre 2012 di Pablo Lentini Riva

Il seguente brano è tratto dal libro} “Qui si dice che fu per amore” di Pablo Lentini Riva edito da Ellin Selae (www.ellinselae.org).
Il tempo della musica e dell’ascolto (la lentezza) in questo caso è inghiottito dalla foga consumistica dei passanti distratti.



L’eccesso di velocità della lingua informatica.

Il sistema Pin yin. Salvare la lingua cinese. (Archivio - EccessO di velocità)

mercoledì 21 novembre 2012 di Nico Bignami

L’avvento del computer e dei cellulari, se non si prendono provvedimenti a tempo, può costituire una grave minaccia per l’esistenza della lingua cinese, in particolare quella scritta. Il bresciano Nico Bignami, trapiantato da anni a Montréal, serio studioso della lingua cinese, esamina i pericoli che la lingua cinese sta correndo.



Il mensile. Eccesso di Velocità

Firenze 10+10. Unire le forze per un’altra Europa. (Archivio - EccessO di velocità)

sabato 10 novembre 2012 di Rino Vaccaro

Un sistema economico che produce troppo di tutto, che pratica una dissipazione energetica etc. e che pensa ad uno sviluppo impetuoso in un mondo con risorse scarse. Chi sostiene questo o è pazzo o è un economista! C’è fermento, e riflessione, voglia di progetto. Ritorna la politica al Forum sociale di Firenze. Dagli Occupy Wall Street agli indignados, passando per le riflessioni dello scomparso Marcello Cini, si costruiscono in teoria e in pratica delle risposte ad una crisi voluta e causata dal fallimento del liberismo.



Il Mensile: Eccesso di velocità

Italia, Repubblica sprofondata sul lavoro. (Archivio - EccessO di velocità)

sabato 3 novembre 2012 di Flavio Brunetti

Le contraddizioni di un’economia che cambia velocità - con l’esempio drammatico della Fiat -, negando la dignità del lavoro e i diritti agli operai in nome del profitto. Dalla canzone “Lavorare con lentezza” del compianto cantautore Enzo del Re ad un racconto teatrale e recente servizio fotografico di Flavio Brunetti a Pomigliano d’Arco (vedi il portfolio in fondo all’articolo), il tempo di oltre trent’anni di storia operaia non è passato nemmeno un attimo.



Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 3931372

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito ARCHIVIO  Monitorare l’attività del sito I precedenti mensili  Monitorare l’attività del sito Archivio - EccessO di velocità   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.21 + AHUNTSIC

-->