Altritaliani
Home > ARCHIVIO > I precedenti mensili > Archivio - Giovanni Pascoli > Archivio - Giovanni Pascoli

Archivio - Giovanni Pascoli

Cento anni fa, il 6 aprile 1912, moriva a Bologna Giovanni Pascoli. Ogni anniversario – e in modo particolare un centenario – rappresenta un’occasione per leggere, rileggere, approfondire. Tanto più quando la scadenza anniversaria riguarda un “classico” della letteratura, amato da molti, ma anche letto con fastidio da tanti altri, come poeta del pianto, del continuo lamento. Altritaliani dedica a Pascoli un mensile, con l’intento di riflettere sul significato della sua opera, e con lo scopo di riportare l’attenzione su tre aspetti di fondamentale importanza: la biografia del poeta, centrale anche per la comprensione della sua poesia (fra i tanti eventi che la compongono, spicca, com’è noto, l’assassinio del padre Ruggero); lo sperimentalismo linguistico, con la sua “rivoluzione” di suoni e di parole; il suo rapporto con l’antico, con un mondo classico osservato e raccontato attraverso una sensibilità moderna. Saranno infine la stessa poesia, le poesie di Pascoli, il filo conduttore di questo mensile.
Il nuovo portale ufficiale su Giovanni Pascoli

Articoli di questa rubrica


Presentazione del Mensile Altritaliani dedicato a Pascoli

Pascoli e le ombre del contemporaneo. Intervista a Giovanni Capecchi. (Archivio - Giovanni Pascoli)

mercoledì 13 giugno 2012 di Evolena

Il 6 aprile 1912 moriva a Bologna Giovanni Pascoli. A cento anni di distanza, Altritaliani dedica un “mensile” al poeta e ha pensato di aprirlo con una intervista a Giovanni Capecchi, che insegna Letteratura italiana all’Università per Stranieri di Perugia e che ha dedicato a Pascoli alcuni volumi, da “Gli scritti danteschi di Giovanni Pascoli” (Ravenna, Longo, 1997) alla raccolta delle “Prose disperse” (Lanciano, Carabba, 2004), fino a “Voci dal ‘nido’ infranto. Studi e documenti pascoliani” (Firenze, Le Lettere, 2011) e all’antologia poetica “Giovanni Pascoli” (Firenze, Le Monnier-Univerità, 2011).



Il Mensile Giovanni Pascoli a 100 anni dalla sua scomparsa

Il Classicismo di Giovanni Pascoli (Archivio - Giovanni Pascoli)

mercoledì 16 maggio 2012 di Francesca Sensini
L’antico di Pascoli Il termine «classicismo» ci rimanda immediatamente alla nozione di modello e di imitazione; in particolare all’imitazione delle opere letterarie e artistiche della classicità greco-romana, che appaiono, nell’ottica classicista, come esteticamente compiute e impareggiabili. Il (...)


Pascoli. La voce alla poesia: L’ultimo viaggio (Archivio - Giovanni Pascoli)

mercoledì 16 maggio 2012 di Giovanni Capecchi
Pubblicato per la prima volta nel volume dei Poemi Conviviali (1904), L’ultimo viaggio, suddiviso in XIV canti (come l’Odissea) per un totale di 1211 versi, racconta l’ultimo periodo della vita di Odisseo: dopo essere tornato ad Itaca e aver vissuto per nove anni nella sua isola sognando (...)


Il Mensile Giovanni Pascoli a 100 anni dalla sua scomparsa

Il linguaggio di Pascoli: dal fanciullino alla poesia del mistero (Archivio - Giovanni Pascoli)

mercoledì 2 maggio 2012 di Véronique Youinou
La fine dell’800 e l’inizio del ’900 segnano una svolta nella poesia italiana, che porta uno sguardo nuovo sul mondo e sul linguaggio. Gabriele d’Annunzio e Giovanni Pascoli sono i capifila di questa rivoluzione poetica di cui ritroviamo l’impronta nella poesia successiva, da Ungaretti a Montale. (...)


Il Mensile Giovanni Pascoli a 100 anni dalla sua scomparsa

Pascoli. La voce alla poesia: L’assiuolo (Archivio - Giovanni Pascoli)

mercoledì 2 maggio 2012 di Giovanni Capecchi
Pubblicata per la prima volta su «Il Marzocco» del 3 gennaio 1897, la poesia venne poi raccolti in Myricae a partire dalla quarta edizione, quella del 1897, e inserita nella sezione In campagna. In una notte illuminata dalla luna che resta però nascosta, si ode il canto dell’assiuolo, il chiù: un (...)


Il Mensile Giovanni Pascoli a 100 anni dalla sua scomparsa

Il delitto Pascoli tra storia e poesia (Archivio - Giovanni Pascoli)

lunedì 16 aprile 2012 di Alice Cencetti
Pier Paolo Pasolini sosteneva che la lunga catena dei misteri italiani fosse stata inaugurata dalla morte dell’ingegner Enrico Mattei avvenuta nell’ottobre 1962. Ma facendo un passo indietro nel tempo, si potrebbe retrodatare l’atto di nascita del mistero italiano al 10 agosto 1867, giorno in cui (...)


Il Mensile Pascoli a 100 anni dalla sua scomparsa

Giovanni Pascoli a Matera (1882-1884) – Lettere dall’Affrica, di Giovanni Caserta (Archivio - Giovanni Pascoli)

(Edizioni Osanna-Venosa)
lunedì 16 aprile 2012 di Armando Lostaglio
La Basilicata nei ricordi del poeta romagnolo, a cento anni dalla scomparsa. E’ stato un rapporto certamente difficile, un amore mancato (a parere di alcuni critici) quello fra il professor Giovanni Pascoli e la città di Matera. Non era per nulla felice che gli avessero assegnato Matera come sede (...)


Pascoli. La voce alla poesia: La mia sera. (Archivio - Giovanni Pascoli)

venerdì 6 aprile 2012 di Giovanni Capecchi
Pubblicata la prima volta su «Il Marzocco» del 21 ottobre 1900, la poesia, nel racconto di una giornata tempestosa seguita dalla quiete serale (racconto che recupera un motivo leopardiano), ha un evidente significato metaforico e autobiografico (evidenziato, quest’ultimo, dal “mia” del titolo). Lo (...)


Con questo dialogo si conclude il mensile dedicato a Giovanni Pascoli.

Conversando su Pascoli. (Archivio - Giovanni Pascoli)

giovedì 5 aprile 2012 di Giovanni Capecchi, Nicola Guarino

Si conclude il "Mensile" dedicato da Altritaliani a Giovanni Pascoli nel centenario della sua morte con una cordiale e informale conversazione sul poeta e scrittore tra Giovanni Capecchi dell’Università per Stranieri di Perugia e Nicola Guarino del nostro sito. Una conversazione che richiama e sviluppa alcuni degli argomenti trattati in questo dossier approfondito.



Il mensile

Pascoli. La voce alla poesia: Nebbia. (Archivio - Giovanni Pascoli)

venerdì 23 marzo 2012 di Giovanni Capecchi

Diversamente dalla protettiva siepe di Leopardi, la nebbia pascoliana come gli altri elementi della natura e del paesaggio, celano la proiezione dell’Umana pena di se. Nello sguardo di Pascoli e nei suoni dei suoi versi, l’eco di un emozionante vissuto personale ed universale.



Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 3931372

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito ARCHIVIO  Monitorare l’attività del sito I precedenti mensili  Monitorare l’attività del sito Archivio - Giovanni Pascoli   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.21 + AHUNTSIC

-->