Altritaliani
Una festa "Patrimonio d’Italia per la tradizione" - 8 e 24 dicembre ore 18.00

La grande "Ndocciata" di Agnone: La luce sorge dal fuoco.

Con portfolio in bianco e nero
sabato 5 dicembre 2015 di Flavio Brunetti

L’origine della tradizione del fuoco che “infiamma” la Vigilia di Natale ad Agnone si perde nella notte dei tempi. In quel paese, Agnone, nell’Alto Molise, il 8 e il 24 dicembre, c’è una lunghissima processione - La ’Ndocciata - nella quale uomini vestiti con antichi e pesanti mantelli che li proteggano dal fuoco sfilano sotto il carico di queste immense torce di fuoco. In dialetto si chiamano “le ’ndorce”. E più sono grandi e pesanti più loro si sentono forti nella fede per la Natività.

“Le ’ndorce” simboleggiano le torce che i pastori portavano per farsi luce nei campi e giungere alla capanna del bambinello ove poterlo adorare. E’ una vera e propria festa della luce. Infatti Natale è una festa che la religione cristiana ha rubato alla religione pagana: La festa del sole. Facendo così coincidere la nascita di Gesù con il primo giorno nel quale il sole comincia a rinascere. Il giorno dopo quello in cui il sole sembra essersi, d’incanto, fermato nel cielo e cioè il 25 Dicembre. E Natale significa proprio rinascita.

JPEG - 53.1 Kb
©Flavio Brunetti

****

Il fuoco apparteneva agli Dei. Nelle sue inafferrabili lingue si nascondevano la vita, l’intelligenza, la coscienza. Dalle sue braci nascevano i sogni.

Fu Prometeo a sfidare gli Dei e rubar loro il fuoco per donarlo agli uomini e, con esso, la ragione e la mente e la forza di sconfiggere il buio ed il gelo. Fu così che gli uomini si avvicinarono a Dio e si separarono dagli altri animali. Ma Dio non voleva che gli uomini divenissero come Lui e capissero, come soltanto Lui doveva capire, il Bene ed il Male. Allora avversò, dall’alto dei cieli infiniti, il desiderio degli uomini di conoscere e infuse nelle loro menti il Mistero dell’Ignoto; incatenò Prometeo e lo crocifisse ad una roccia sulle montagne del Caucaso, Prometeo, che aveva osato portare sulla terra il fuoco divino, trasformando l’uomo di carne in uomo celeste, signore della saggezza e della conoscenza.

Il Dio dell’Universo, respingendo con disprezzo la sfida dell’uomo, indegno dell’anima divina, invece avrebbe voluto l’Umanità cieca e immersa nel mondo delle bestie.

Il dono di Prometeo divenne, così, per gli uomini una maledizione. Nelle fiamme del fuoco danzano, si rincorrono, scoppiettano, si urtano, cadono, salgono, volteggiano, ricadono, cantano, bruciano, si spengono e si riaccendono ancora, la Colpa e la Redenzione.

Allora nei giorni più bui e più gelidi, sulla terra, vedi uomini alzare, nelle loro mani, con braccia protese e imploranti verso le stelle, il fuoco per restituirlo all’implacabile Dio dell’Ignoto Universo affinché salvi loro dall’oscurità della mente.

Flavio Brunetti

Pagina facebook della ’Ndocciata 2015 nell’anno giubilare

PORTFOLIO IN BIANCO E NERO QUI SOTTO : Foto inedite ©Flavio Brunetti. Ne è vietata la riproduzione.


Portfolio

©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata. ©Flavio Brunetti. Riproduzione riservata.
Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 1188 / 4357982

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito culture et CULTURE  Monitorare l’attività del sito Voyages en ItalieS   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.21 + AHUNTSIC

-->